1. CONTENUTI

AssoBIM, Clust-ER Build e SAIE lanciano la ottava edizione di BIM&DIGITAL Awards 2024, il premio che si pone l’obiettivo di:

  • raccontare lo stato dell’arte in ambito di innovazione e trasformazione digitale del settore delle costruzioni e premiare le idee capaci di interpretare al meglio il cambiamento, promuovendo i progetti e le opere che sfruttano le innovazioni digitali (BIM e non solo) per rendere più efficace il processo di progettazione, realizzazione, gestione e manutenzione dell’ambiente costruito;
  • premiare aziende, start-up, imprese che hanno promosso nuovi strumenti digitali che rendano più efficace il processo di rilievo, restituzione e visualizzazioni, di progettazione, realizzazione e manutenzione, in particolar modo per gli interventi di recupero e restauro e che possano operare in ambiente BIM;
  • premiare la ricerca industriale e la ricerca universitaria in questo settore attraverso la selezione di tesi di Laurea Magistrale, Scuola di Specializzazione, Master e Dottorato sviluppate ed applicate su metodologie, strumenti, protocolli, sistemi, ecc. inerenti al BIM.

Quanto recentemente accaduto, inoltre, ha costretto il settore a cercare – attraverso il digitale – nuove forme di comunicazione, nuovi strumenti di lavoro e tecnologie che consentissero la gestione in sicurezza dei processi e degli spazi. Quindi ulteriori obiettivi del concorso sono:

  • Premiare Amministrazioni Pubbliche Italiane che hanno sviluppato e applicato processi di dematerializzazione dei procedimenti tecnico-amministrativi del settore costruzioni attraverso l’uso di tecnologie digitali anche sviluppate ad hoc.

Per le procedure del concorso e per i rapporti fra Enti banditori e concorrenti, al fine di garantire condizioni uniformi di partecipazione, saranno utilizzate esclusivamente vie di trasmissione telematiche, attraverso il seguente sito web, appositamente predisposto: https://www.assobim.it/bimdigital-awards


2. OGGETTO DEL CONCORSO

Oggetto del Concorso sono:

  • progetti o opere che sfruttano le innovazioni tecnologiche nei diversi settori afferenti le costruzioni;
  • nuovi strumenti/tecnologie e sistemi digitali per l’ambiente costruito;
  • tesi di laurea, di dottorato o progetti/risultati di ricerca industriale che abbiano evidenti caratteri di novità in tema di digitalizzazione dell’ambiente costruito;
  • applicazioni innovative di processi di digitalizzazione e dematerializzazione dei procedimenti tecnico amministrativi della PA nei settori legati all’ambiente costruito (edilizia, urbanistica, ambiente, impiantistica, manutenzione, ecc…).

Si partecipa al concorso attraverso la presentazione di processi, progetti (redatti per committenti privati, enti pubblici, università e concorsi) e/o opere realizzate che facciano riferimento alle categorie indicate al successivo paragrafo 3:

  • Edifici/Opere: categorie categorie a.1., a.2., a.3., d.2.
  • Presentazione e descrizione di un sistema e/o tecnologia e/o prodotto innovativo: categorie b.1., b.2., c.1., f),
  • Presentazione e descrizione dei risultati di ricerca: categorie e.1., e.2.

Ogni partecipante può inoltrare, attraverso la piattaforma, più progetti appartenenti alle varie categorie mediante invii telematici separati.

Lo stesso progetto può essere presentato una sola volta ed in una sola categoria


3. CATEGORIE

Le categorie oggetto di candidatura sono:

  1. Progettazione e costruzioni (categoria riservata alle società e studi di progettazione e ai liberi professionisti)
    • Edifici: questa categoria è dedicata a edifici complessi e piccoli progetti; quindi, progetti/opere che presentino un carattere di innovazione tecnologica applicata ad edifici commerciali, terziario, edifici pubblici e/o di grande dimensione e complessità, e progetti di piccola dimensione quali edifici residenziali, opere di urbanizzazione, arredo e aree verdi pubbliche.
    • Infrastrutture: questa categoria è dedicata ai progetti/opere che presentino un carattere di innovazione tecnologica applicata alle infrastrutture quali ponti, strade, porti, ferrovie, aeroporti e gallerie come anche le reti energetiche, idriche di telecomunicazione e le opere di difesa del suolo.
    • Interventi di restauro e valorizzazione del patrimonio: questa categoria è dedicata ai progetti che presentino un carattere di innovazione tecnologica nel recupero e nella valorizzazione di edifici od opere dal valore storico – testimoniale o di particolare rilievo artistico o archeologico.
  2. Gestione Innovativa degli edifici e delle città (categoria riservata agli studi e alle società di progettazione, ai liberi professionisti e alle imprese di costruzione)
      • Gestione operativa degli edifici: questa categoria è dedicata a quei progetti che abbiano integrato l’uso del BIM sottoforma di asset informativi per ottimizzare la gestione operativa di un edificio, comprese la gestione degli spazi, la manutenzione preventiva e programmata, l’analisi del ciclo di vita dell’edificio (LCA), e la preparazione alle emergenze.
      • Smart Buildings and Cities: questa categoria è aperta a quei progetti/opere che abbiano implementato tecnologie digitali per la fase di uso e manutenzione degli edifici e che ne consentano una gestione automatizzata al fine di ottimizzare la gestione delle risorse (acqua ed energia) e il comfort e la sicurezza di chi li vive. Gli smart building possono, ad esempio, gestire i sistemi di climatizzazione e circolazione dell’aria, l’illuminazione, il sistema antincendio, i sistemi di produzione di energia da fonti rinnovabile, i sistemi di sicurezza o più semplicemente gestire gli elettrodomestici. Rientrano nella categoria anche progetti/realizzazioni inerenti alle Smart Cities che diano prova di come, le tecnologie digitali abbiano ottimizzato o innovato i servizi pubblici in ambito di comunicazione, mobilità, ambiente, difesa e protezione del territorio ed efficienza energetica per migliorare la qualità dei servizi per la comunità. Alcune tecnologie digitali per gli smart buildings e le smart cities possono comprendere la produzione di Digital Twins, l’utilizzo di piattaforme BMS, di strumenti IoT e cloud che sfruttino il 5G e i big data ecc.
  3. PA e Digitalizzazione (categoria riservata alla Pubblica Amministrazione)
    • PA e Digitalizzazione: questa categoria è aperta in particolare alle amministrazioni pubbliche italiane che si sono confrontate col fenomeno della digitalizzazione, con attinenza alla gestione dei contratti pubblici e dell’edilizia privata. Applicando sistemi innovativi in processi di dematerializzazione dei procedimenti tecnico-amministrativi.
  4. Tecnologie e innovazione digitale (categoria riservata agli studi e alle società di progettazione, ai liberi professionisti e alle imprese di costruzione)
    • Soluzioni tecnologiche: questa categoria è aperta a quei progetti che hanno migliorato l’efficienza e la funzionalità del BIM attraverso lo sviluppo di add-on e plug-in utilizzando, ad esempio, le API (Application Programming Interface) in ambienti RAD – Rapid Application Prototyping.
    • Cantieri smart: questa categoria è dedicata a quei progetti in cui l’innovazione digitale abbia interessato la realizzazione delle opere in tutte o alcune specifiche fasi di cantiere: dalla pianificazione temporale, alla gestione delle risorse, alla logistica, alle attività di direzione lavori fino alla sicurezza in esecuzione. Tra le tecnologie per i cantieri smart possono rientrare, ad esempio, le piattaforme cloud di collaborazione in ambiente BIM, la realtà aumentata o strumenti che sfruttano l’intelligenza artificiale o in grado di comunicare, attraverso sensori, con i “digital twins” dei cantieri ai fini della gestione della sicurezza ecc.
  5. Ricerca universitaria (tesi, phd) e ricerca industriale/innovazione (horizon, et al start up innovative)

    • Ricerca: Questa categoria è aperta a “Tesi” sviluppate ed applicate su metodologie, strumenti, protocolli, sistemi, ecc. inerenti al BIM. Le candidature possono essere presentate da singoli partecipanti o gruppi che abbiano discusso una “Tesi” negli ultimi 5 anni al termine degli studi in corsi di Laurea in Architettura, Ingegneria o Ingegneria-Architettura, o percorsi di formazione equivalenti. Possono partecipare “Tesi” di Laurea Magistrale, Scuola di Specializzazione, Master e Dottorato. In caso di Tesi di Laurea la stessa deve aver ottenuto una votazione non inferiore a 100/110.
    • Ricerca industriale: Questa categoria è aperta a tutti quei progetti che hanno partecipato e vinto bandi finanziati da fondi diretti ed indiretti della Comunità Europea negli ultimi 5 anni (2019 – 2024), sviluppando un progetto sperimentale o di ricerca industriale, anche in consorzio tra più enti (università, laboratori di ricerca, SME e imprese), con lo scopo di innovare il processo di uso del BIM e della sua interoperabilità.
  6. Iniziativa BIM dell’anno (riservata agli studi e alle società di progettazione, ai liberi professionisti e alle imprese di costruzione)

    • A questa categoria possono partecipare le organizzazioni o i liberi professionisti che abbiano promosso nuovi modi di lavorare in ambiente BIM per rendere più efficace il processo di progettazione, realizzazione e manutenzione dell’ambiente costruito. Le iniziative possono includere lo sviluppo di software, strumenti e processi collaborativi, la gestione dei dati e la gestione e nuovi modi di lavorare, l’uso di strumenti innovativi quali, ad esempio, Scan to BIM, generative design, computational design, visual programming e coding for AEC, ecc. Sono esclusi dalla partecipazione progetti e/o tecnologie, tesi che hanno già vinto premi in altri concorsi nel 2023 e in anni precedenti.

4. CALENDARIO DELLE SCADENZE PRINCIPALI

Oggetto Data
Pubblicazione 3 giugno 2024
Apertura del periodo per la richiesta di chiarimenti 3 giugno 2024
Chiusura del periodo per la richiesta di chiarimenti 15 giugno 2024
Pubblicazione verbale richieste chiarimenti e relative risposte 18 giugno 2024
Apertura delle iscrizioni e contestuale invio degli elaborati e della documentazione amministrativa 3 giugno 2024
Chiusura delle iscrizioni e contestuale invio degli elaborati e della documentazione amministrativa 27 settembre 2024 entro le ore 24.00
Pubblicazione dei finalisti tra il 9 e il 12 ottobre in occasione del SAIE di Bologna
Premiazione dei selezionati Novembre 2024 (data da confermarsi)

Per esigenze particolari, ad insindacabile giudizio degli Enti banditori, la tempistica sopra riportata potrà essere modificata.

I concorrenti sono invitati pertanto a consultare periodicamente la piattaforma concorsi all’indirizzo:
https://www.assobim.it/bimdigital-awards
per verificare la presenza di eventuali ulteriori comunicazioni.


5. DOCUMENTAZIONE RICHIESTA

La documentazione richiesta è costituita da:

  1. Modulo di iscrizione, salvato in formato PDF, di dimensioni non superiori a 5 MB, scaricabile alla seguente piattaforma:
    Modulo di Iscrizione BIM&DIGITAL AWARDS 2024
  2. Dossier, composto da massimo n.3 tavole in formato A3 orizzontale, unite in un unico file e salvato in formato PDF (dimensioni massime del file 7MB), nei quali saranno contenuti: massimo n.3 tavole in formato A3 con fotografie, disegni e didascalie a scelta del concorrente;
  3. Video, (solo per le categorie: a.1, a.2, a.3, a.4, b.1, b.2, d.1, d.2, e.1, e.2, f) della durata massima di 3 minuti in formato MP4, cui si illustri la metodologia seguita nello sviluppo del processo e il modello in termini di navigazione immersiva, interrogabile e misurabile;
  4. Relazione, composta da un numero massimo di 5000 battute, spazi inclusi, in formato A4 verticale, salvata in formato PDF, che illustri in appositi paragrafi evidenziati con identica titolazione a seconda della categoria, in seguenti aspetti premiali
    •  per le categorie a.1, a.2, a.3, a.4: la relazione deve illustrare, in appostiti paragrafi evidenziati con identica titolazione, i seguenti aspetti premiali:
      i. QUALITÀ e INNOVAZIONE: qualità dei criteri e delle scelte di progetto ed uso innovativo di metodologie BIM per superare le sfide di progetto;
      ii. TECNOLOGIE: uso di tecnologie innovative per raggiungere gli obiettivi di progetto;
      iii. METRICHE: uso di metriche quantitative che consentano di verificare i risultati;
      iv. IMPATTO ECONOMICO: impatto positivo del progetto in termini economici;
      v. SOSTENIBILITÀ: impatto positivo del progetto in termini di sostenibilità.
    • per le categorie b.1, b.2, c.1 d.1, d.2, f: la relazione deve illustrare, in appostiti paragrafi evidenziati con identica titolazione, i seguenti aspetti premiali:
      i. IMPATTO ECONOMICO: impatto positivo del progetto in termini economici;
      ii. SOSTENIBILITÀ: impatto positivo del progetto in termini di sostenibilità;
      iii. CARATTERE INNOVATIVO dell’iniziativa e/o della tecnologia rispetto a quelle in uso.
    • per la categoria e.1: la relazione deve illustrare, in appostiti paragrafi evidenziati con identica titolazione, i temi oggetto di “Tesi” in cui sia possibile evincere con chiarezza i principi alla base del progetto di ricerca sviluppato su metodologie, strumenti, protocolli, sistemi, ecc. inerenti al BIM. Le tesi saranno valutate secondo i seguenti criteri premiali:
      i. ORIGINALITÀ: caratteri di innovazione dei temi trattati e/o dell’approccio rispetto ad altri approfondimenti di natura “scientifica” sullo stesso oggetto;
      ii. RIGORE METODOLOGICO: presentazione in modo chiaro degli obiettivi della ricerca rispetto allo stato dell’arte (letteratura o altre esperienze documentate). Presentazione della adeguatezza della metodologia adottata rispetto all’oggetto della ricerca. Dimostrazione del raggiungimento degli obiettivi prefissati;
      iii. IMPATTO: definire in che modo gli esiti della ricerca esercitino o possano esercitare effetti positivi rispetto alle discipline/settori a cui la ricerca è dedicata;
    • per la categoria e.2: la relazione deve illustrare, in appostiti paragrafi evidenziati con identica titolazione, i temi oggetto di “Ricerca Industriale” in cui sia possibile evincere con chiarezza i principi alla base del progetto di ricerca sviluppato su metodologie, strumenti, protocolli, sistemi, ecc. inerenti al BIM o alla digitalizzazione del settore. Le ricerche industriali saranno valutate secondo i seguenti criteri premiali:
      i. ORIGINALITÀ: caratteri di innovazione dei temi trattati e/o dell’approccio rispetto ad altri approfondimenti di natura “scientifica” sullo stesso oggetto;
      ii. RIGORE METODOLOGICO: presentazione in modo chiaro degli obiettivi della ricerca rispetto allo stato dell’arte (letteratura o altre esperienze documentate). Presentazione della adeguatezza della metodologia adottata rispetto all’oggetto della ricerca. Dimostrazione del raggiungimento degli obiettivi prefissati;
      iii. IMPATTO: definire in che modo gli esiti della ricerca esercitino o possano esercitare effetti positivi rispetto alle discipline/settori a cui la ricerca è dedicata.
  5. Copia del documento di riconoscimento di ogni partecipante in formato PDF.

6. MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE, TRASMISSIONE ELABORATI

La procedura concorsuale si svolgerà interamente on-line tramite la piattaforma informatica, raggiungibile al seguente link: https://www.assobim.it/bimdigital-awards dedicata al concordo e seguirà la seguente procedura:

  1. Collegarsi al sito https://www.assobim.it/bimdigital-awards per scaricare il bando.
  2. Dopo il download sarà inviata dal sistema una mail con le istruzioni per la consegna degli elaborati.
  3. L’iscrizione avverrà contestualmente alla trasmissione del Modulo di iscrizione (punto 1 “documentazione richiesta”), del Dossier (punto 2 “documentazione richiesta”) e della Relazione (punto 4 “documentazione richiesta”).
  4.  Dopo il 27 settembre 2024, verificata la completezza dei documenti forniti e previsti dal bando, sarà inviata una mail di avvenuta ricezione dei dati e degli elaborati trasmessi, che varrà da riscontro dell’avvenuta iscrizione.

I partecipanti dovranno quindi trasmettere con mezzi propri per via telematica, seguendo la procedura stabilita ed indicata sul sito del concorso, ed entro il termine fissato nel calendario: Una cartella ZIP, massimo 20 MB contente:

  1. Modulo di iscrizione in formato PDF di dimensione massima di 5 MB;
  2. Dossier in formato PDF di dimensione massima di 7 MB;
  3. Video in formato MP4;
  4. Relazione in formato PDF;
  5. Copia del documento di riconoscimento di ogni partecipante in formato PDF.

Non sono ammesse iscrizioni e trasmissioni di elaborati effettuati in altra forma.
In considerazione del congruo arco temporale reso disponibile per l’attivazione della procedura di iscrizione e l’adozione di misure di carattere tecnologico ordinariamente idonee e sufficienti, i soggetti banditori declinano ogni responsabilità per l’eventuale mancato accesso al sistema telematico e/o per la mancata attivazione della procedura telematica entro il termine stabilito, derivanti da difficoltà di natura tecnica che abbiano ad accadere ai concorrenti e/o al sistema e non dipendenti dalla volontà dei soggetti banditori, quali, ad esempio, a solo titolo esemplificativo e non esaustivo, difficoltà di connessione telematica al sistema derivanti dall’uso da parte dei concorrenti di sistemi informatici non idonei o utilizzati in modo inappropriato, congestione temporanea della rete internet e/o della linea di connessione al sistema telematico del concorso, ecc.

L’assistenza tecnica messa a disposizione potrà operare soltanto se le iscrizioni sono ancora aperte.

Richieste di assistenza che pervengono oltre l’orario di fine iscrizione non potranno essere gestite.

I partecipanti sono invitati ad anticipare quanto più possibile l’attivazione della procedura di trasmissione degli elaborati, pur sempre nell’ambito della finestra temporale messa a disposizione.

 


7. GIURIA

I membri della commissione giudicatrice verranno resi noti in data 30 giugno 2024.
A suo insindacabile giudizio la Giuria selezionerà una rosa di progetti finalisti che comunicherà tra il 9 e il 12 ottobre 2024 in occasione del SAIE di Bologna.
Tra questo elenco di finalisti la Giuria nominerà 1 vincitore per categoria, elenco che sarà reso pubblico durante la premiazione che si terrà nel mese di novembre 2024 (data da definirsi).


8. PREMI

I vincitori di ciascuna categoria riceveranno una targa, potranno menzionare nella propria comunicazione di essere il “Vincitore della categoria … del BIM&Digital Award 2024”, potranno presentare il loro lavoro durante l’evento di premiazione previsto per il mese di novembre 2024 (date da definirsi) e presentare in una serie di webinar che si terranno nel corso del 2025.
Inoltre, i progetti saranno oggetto di una pubblicazione specifica e pubblicati sui canali di comunicazione degli Enti banditori.
La Giuria potrà menzionare, inoltre, ulteriori progetti che si siano distinti per particolari caratteristiche di innovatività e originalità. La Giuria, a proprio insindacabile giudizio, potrà premiare o segnalare un numero maggiore di progetti.


9. SEGRETERIA TECNICA ED ORGANIZZATIVA, RICHIESTA DI CHIARIMENTI

Le funzioni di:

Eventuali richieste di chiarimento possono essere inoltrate al seguente indirizzo info@build.clust-er.it.

Tutte le domande pervenute e le relative risposte verranno pubblicate sull’apposita sezione del sito https://www.assobim.it/bimdigital-awards/quesiti e diverranno parte integrante del presente bando.
Per chiarimenti relativi alle modalità tecnico-operative di presentazione delle partecipazioni sul sistema telematico, è possibile contattare per mail l’assistenza tecnica all’indirizzo segreteria@assobim.it.


10. TUTELA DELLA PRIVACY

Nota informativa art.13 del Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati n. 2016/679 – GDPR. La informiamo che Senaf srl, titolare del trattamento con sede a Milano, via Eritrea 21, garantisce che i dati, da Voi fornitici, verranno comunicati a terzi e a tutti quei soggetti le cui prestazioni sono correlate e necessarie allo svolgimento della manifestazione ed utilizzati per fini statistici e azioni informative e commerciali. Inoltre, i riferimenti anagrafici, dati personali sensibili, intesi come foto o immagini riprese durante lo svolgimento dell’evento, da voi fornitici potranno essere pubblicati e/o inseriti all’interno del nostro sito internet.

La base giuridica del trattamento è la partecipazione ad un contratto commerciale ed il periodo di conservazione è definito sulla base di obblighi legali e normativi.

Il conferimento dei dati è obbligatorio per quanto è richiesto dagli obblighi legali e contrattuali e l’eventuale rifiuto a fornirli o al successivo trattamento potrà determinare l’impossibilità della scrivente a dar corso ai rapporti contrattuali medesimi. Inoltre, l’interessato si impegna a comunicare le eventuali variazioni di tali dati.

L’elenco aggiornato dei responsabili è disponibile presso Senaf srl, i dati saranno trattati manualmente ed elettronicamente.

Vi ricordiamo che potrete opporvi in ogni momento al trattamento in oggetto, nonché esercitare tutti i diritti di cui agli articoli da 15 a 22 del GDPR quali accesso, rettifica, aggiornamento e cancellazione, comunicandolo a Senaf srl via Eritrea 21 – 20157 Milano o e-mail: privacy@senaf.it. L’interessato con la firma apposta in calce acconsente liberamente al trattamento indicato.

Per maggiori informazioni sull’utilizzo dei dati visita la pagina: www.senaf.it/privacy


11. AUTORIZZAZIONE ALLA PUBBLICAZIONE DEI PROGETTI

Con l’iscrizione al BIM&Digital Award i concorrenti danno esplicito consenso a AssoBIM, Clust-ER Build, Senaf e Tecniche Nuove alla divulgazione dei progetti sui loro siti web, sui rispettivi canali di comunicazione, sulle riviste di Tecniche Nuove e in ogni altro ambito e tramite ogni mezzo di comunicazione che si rendesse utile per la diffusione di BIM&DIGITAL Awards 2024.

The Clust-ERs are financed by the European Funds of the Emilia-Romagna Region - ERDF ROP 2014-2020